News

last news

Alla WinteRace la passione si tramanda…

29 febbraio 2024

Tra i 70 equipaggi iscritti, gli stranieri provengono da Belgio, Olanda, Lussemburgo, Svizzera, Inghilterra,Messico e Montecarlo. Tra gli italiani si conferma la tendenza al passaggio di testimone della passione per il mondo delle auto storiche con la presenza di ben 8 team composti da genitori e figli.

WinteRace 2024: le certezze

13 febbraio 2024

Sono 70 i partecipanti iscritti alla WinteRace, di cui 50 alla guida di auto storiche costruite entro il 1999 e 20 con vetture inserite nella speciale sezione ICON riservata alle automobili considerate iconici punti di riferimento della produzione automobilistica mondiale. I partecipanti stranieri provengono da Belgio, Olanda, Lussemburgo, Svizzera, Messico e Montecarlo. Tra gli italiani si conferma la tendenza al passaggio di testimone della passione per il mondo delle auto storiche con la presenza di team composti da padre e figli.

WinteRace: il format non cambia

11 settembre 2023

Il format della WinteRace non cambia: le tappe, con partenza ed arrivo da corso Italia a Cortina d’Ampezzo, saranno due per un totale poco superiore ai 400 chilometri da percorrere prevalentemente lungo le strade dolomitiche. Tra le novitàci saranno nella prima tappa l’attraversamento dell’Alpe di Siusi con la visita al Castello di Prösels a Fiè allo Sciliar, il ritorno a Moena e, nella seconda tappa, il valico dei passi Staulanza e Cibiana, il passaggio in Cadore e una breve pausa al Castello di Heinfels a Sillian, in Austria.

WinteRace Cortina, al via le iscrizioni

1 settembre 2023

Sono aperte le iscrizioni alla undicesima edizione della WinteRace Cortina che si svolgerà dal 7 al 9 marzo 2024. Il lancio della manifestazione è già in atto sia attraverso i social, sia con una comunicazione mirata durante i principali appuntamenti riservati a vetture d’epoca o iconiche. La WinteRace Cortina sarà presente anche ad Auto e Moto d’Epoca in programma il prossimo ottobre a Bologna e ad Arezzo Classic Motors a metà gennaio 2024.

La WinteRace Cortina è un evento A.S.I. (Automotoclub Storico Italiano) e sarà iscritto a calendario a nome del Circolo Veneto AutoMoto d’Epoca Giannino Marzotto.

Alla WinteRace Cortina potranno partecipare 40 auto storiche costruite entro il 1999 e 30 vetture iscritte alla sezione Icon prodotte dal 2000 ad oggi e scelte tra quelle che hanno i requisiti per essere considerate iconici punti di riferimento della produzione mondiale.

Una Bugatti del 1927 entra nell’Albo d’Oro della decima edizione della WinteRace

11 marzo 2023

70 i partecipanti che hanno trascorso una due giorni di passione per l’auto in un contesto paesaggistico unico lungo le strade delle Dolomiti.

Cortina d’Ampezzo. A scrivere il proprio nome sull’Albo d’Oro dell’edizione del decennale della WinteRace Cortina è stata la Bugatti T 37 del 1927, portacolori del Club ASI Officina Ferrarese. “È stata una giornata molto bella quella di ieri, poca neve, ma la vettura è andata molto bene e speriamo di continuare così”. Così si esprimeva stamane prima della partenza con in testa già l’idea di conquistare il primo posto in classifica Massimiliano Paglione che in coppia con Alessio De Angelis si è infine aggiudicato la decima edizione della WinteRace. “La manifestazione – continua Paglione – è una perla, un insieme di tecnica, di agonismo in una cornice ineguagliabile”. Gli fa eco De Angelis: “…è sempre bellissimo partecipare con questo tipo di vetture, la gente ci prende un po’ per matti, ma in realtà quando si amano queste auto ci si adatta ad ogni intemperia e si diverte sempre”.

Sveliamo le ultime novità…

23 febbraio 2023

Cortina d’Ampezzo. È già tutto pronto per la decima edizione della WinteRace, gara di regolarità per 45 auto storiche e 25 vetture di prestigio ed iconiche in calendario tra Cortina d’Ampezzo e le strade dolomitiche dal 9 all’11 marzo prossimo.

“La WinteRace – ricordano gli organizzatori Rossella Labate e Stefano Sangalli – è iscritta a calendario dell’A.S.I. (Automotoclub Storico Italiano) a nome del Club Veneto AutoMoto d’Epoca Giannino Marzotto. Gli equipaggi al via che abbiamo ammesso porteranno auto che rappresenteranno 12 Marchi automobilistici. Ci piace sottolineare la partecipazione di vetture Anteguerra come una OM 665 Sport del 1925 e una Bugatti Type 37 del 1927 e tra quelle Icon, in occasione dei 110 anni della Casa Automobilistica, ci sono ben 7 Aston Martin DBX 707, il SUV più potente al mondo. Siamo poi orgogliosi che la WinteRace continui ad essere apprezzata a livello internazionale: quest’anno gli stranieri in gara provengono dal Messico, dal Cile, dalla Svizzera, dal Regno Unito e dall’Olanda. Siamo pronti a vivere con loro le emozioni che abbiamo cercato di suscitare con la WinteRace e che loro certamente sapranno generare”.

L’edizione del decennale è in calendario dal 9 all’11 marzo 2023

20 settembre 2022

 L’organizzazione giorno per giorno sta mettendo a punto un programma di livello seguendo i canoni tipici della WinteRace: cuore, passione e fascino. Le iscrizioni si sono aperte il primo settembre e si chiuderanno al raggiungimento dei 70 equipaggi ammessi. Il percorso si svilupperà in due tappe per un totale di circa 400 km e si svolgeranno 60 prove cronometrate. La prima frazione di gara prevede il valico di cinque passi dolomitici (Falzarego, Valparola, Gardena, Campolongo, Giau), la sosta per il pranzo in piazza del Duomo a Bressanone e la visita all’Abbazia di Novacella. La seconda tappa segna un ritorno della WinteRace sulle strade austriache tra sport e cultura locale: a Lienz gli equipaggi saranno infatti accolti da figuranti in costume ed al rientro in Italia vivranno per la prima volta il passaggio e la sosta a San Candido, con visita al museo DoloMythos per poi ritornare a Cortina d’Ampezzo.

Onore ai vincitori

6 marzo 2022

Per la cronaca il podio della classifica assoluta parla italiano: infatti, il vincitore assoluto della nona edizione è l’equipaggio Battagliola – Piona alla guida della fiat 508 S del 1935. Dietro di loro si sono piazzati al secondo posto Fontanella- Covelli alla guida di una Lancia Aprilia del 1939 e al terzo posto Giaggioli – Pierini con un’altra Fiat 508C del 1937, Quarto e quinto posto sono stati appannaggio rispettivamente degli equipaggi Valentini – Valentini su una Innocenti Mini Cooper del 1972 e di Becchetti – Becchetti su una rara Aston Martin Le Mans del 1933. Il podio della speciale classifica riservata alla sezione Icon: primo posto a Perletti – Bachechi su Porsche 911 Carrera 2 S del 2002, secondo posto a Narducci Paglicci – Reattelli su Porsche Carrera 991 del 2002, terzo posto per Parolaro – Ferrari su Porsche 993 4 S del 1996. Quarto e quinto piazzamento sono invece andati a, rispettivamente, Fullin – Meloni (Porsche 993 turbo del 1996) e all’equipaggio Rebsamen – Loewisch (Aston Martin del 2002). Le classdifiche completye sono pubblicate nella specofica sezione di questo sito. I premi speciali: il Trofeo Media è andato alla coppia Frerè – Pelosi alla guida di un’Alfa Romeo Giulia Sprint del 1963; il migliore degli equipaggi stranieri è stato l’equipaggio Gaviglio – Drelprato alla guida di una Innocenti Mini Cooper del 1967;il migliore degli under 40 è stato l’equipaggio Gaggioli – Pierini alla guida di una Fiat 508 C del 1937.

In archivio la nona edizione della WinteRace

5 marzo 2022

Gli equipaggi anche oggi sono stati impegnati lungo un percorso di circa 200 chilometri e hanno dovuto superare 33 prove cronometrate. 10 a Socus appena dopo 4 chilometri dallo start, altre 10 al Pian di Salesei dopo aver attraversato Pocol e il magnifico passo Giau. Dopo la seconda sessione di prove cronometrate i 70 equipaggi (per la cronaca ne arriveranno 69 dopo un solo ritiro) hanno raggiunto Arabba superati i passi Sella e Gardena per poi fermarsi alla sosta pranzo prevista a Colfosco all’Hotel kolfuschgerhof. La parte finale della seconda tappa ha portato i concorrenti a superare San Vigilio di Marebbe, il passo Furcia con 6 prove cronometrate, Dobbiaco con altre sette e infine dopo una sosta al Franz Kraler di Dobbiaco il passaggio per il Lago di Misurina e l’arrivo a Cortina d’Ampezzo per il finale.

Buona la prima

4 marzo 2022

La prima tappa, di circa 200 chilometri, si è disputata su 33 prove cronometrate di cui le prime 6 già dopo 27 chilometri dalla partenza, per la precisione a a Rucavà dopo il passo Falzarego. Quelle successive si sono tenute al passo Valles, e dopo il transito alla Malga Passo Rolle e a San Martino di Castrozza, ben 20 sono state le prove cronometrate a Siror intervallate dall’incontro con il pubblico a Fiera di Primiero e la pausa pranzo. Le ultime tre prove si sono poi svolte al Lago di Alleghe, prima della salita al passo Giau e la discesa a Cortina d’Ampezzo per la sfilata in corso Italia. Faceva freddo all’arrivo, ha detto la speaker, ma l’emozione del transito delle magnifiche 70 ha davvero scaldato i cuori di tutti

Torna in cima